La gestione delle perfomance di un ecommerce Magento è molto importante. In questo post presentiamo alcuni fattori che nel tempo devono essere considerati per avere un sistema ecommerce magento performante e ovviamente per vendere di più e meglio. Quando parliamo di performance, intendiamo in questo caso le “prestazioni” in termini di fatturato.

Tenere aggiornato il sistema!

Questo fattore spesso sottovalutato è molto importante per la gestione delle perfomance dell’ecommerce. Un sistema datato è pericoloso dal punto di vista della sicurezza e della velocità di risposta delle pagine. Per tenere i sistemi aggiornati è necessario adottare una strategia. Prima di aggiornare qualsiasi componente nel vostro server dovete cercare di eseguire un clone del vostro sistema online e lavorare nella replica. Una volta che avete testato gli aggiornamenti nella replica potete, previo backup e procedura di sospensione temporanea dell’ecommerce, fare i vostri aggiornamenti. Oltre all’aggiornamento i versione di Magento è fondamentale tenere aggiornato tutto l'”ecosistema” che fa girare magento. (versione del php, mysql etc).

Verificare il rendimento del vostro ecommerce

Dopo un certo periodo in cui il vostro ecommerce è online potete tramite le statitiche di Analytics, le statistiche sulle vendite, le impostazioni sulle conversioni, verificare il rendimento del vostro ecommerce. Quali sono i prodotti che sono stati acquistati di più? Quali pagine hanno convertito meglio? Quali invece no? Quali sono i prodotti con maggior margine? Questi prodotti vengono acquistati?  Quali sono i percorsi dell’utente?

Google analytics mette a disposizione un codice di tracciamento denominato “ecommerce”. Attraverso questo codice è possibile nella pagina di success monitorare il carrello che ha portato l’acquisto. Le statistiche ecommerce vegono poi integrate in tutte le viste dati analytics. Questo strumento è fondamentale per capire il rendimento del nostro sistema ecommerce.

Budget pubblicitario

La pubblicità è l’anima del commercio. La pubblicità online è l’anima dell’ecommerce! Senza pubblicità è praticamente impossibile vendere. Quando il tuo sito avrà raggiunto dei buoni posizionamenti SEO allora sì avrai una risorsa “gratis” che ti porta fatturato. Ma se sei al primo anno, devi investire in pubblicità. Ora i canali sono molteplici, dai marketplace ai sistemi di payperclick ai comparatori e ai programmi di affiliate marketing. L’importante è sapere quanto è il famoso e bistrattato ROI. In soldoni quanto guadagno spendendo x in pubblicità. E bada bene che il guadagno non è il fatturato, ma è il fatturato per il margine meno i costi di pubblicità.

Ottimizzare le pagine dei prodotti

La scheda prodotto è la landing pages. E’ la pagina di atterraggio sulla quale l’utente arriva. Come ci è arrivato? Nei modi più diversi, da un link condiviso, da una ricerca sui motori di ricerca o da una pubblicità oppure da google merchant. Quando un potenziale cliente arriva in una pagina prodotto, per il commerciante si apre una chance di vendita. E’ come se un cliente entrasse in un negozio. Siamo pronti ad accoglierlo? Le cose sono in ordine? L’ambiente è gradevole e confortevole? Il nostro cliente si sente a suo agio? Ho delle possibilità di altre scelte? Sì la pagina prodotto è fondamentale e deve essere revisionata costantemente per cercare di dare più informazioni possibili e convertire l’utente in acquisto.

Hai dei coupon in scadenza? Controlli le promozioni?

Il periodo di promozione e i coupon generati e distribuiti devono essere controllati in maniera costante. Le loro date di scadenza e quanto hanno generato di fatturato.

Analizzare i percorsi di navigazione dell’utente

Google analytics ci mette a disposizione uno strumento molto efficace per verificare i percorsi di navigazione degli utenti. Questa analisi è molto importante per comprendere le pagine che convertono di più e le pagine che invece hanno delle percentuali di abbandono molto alte. Su queste pagine è necessario lavorare per capire quali sono i problemi che portano il nostro cliente ad abbandonare l’ecommerce. (In modo figurato “uscire dal nostro negozio”).